Storia del turismo

 turismo sport

Inverno

Verso la fine dell'Ottocento fanno la loro comparsa i primi sci nelle Dolomiti. Durante il primo periodo fascista inizia a prendere forma il turismo invernale. Dopo la seconda guerra mondiale si creano infrastrutture, piste da sci e nelle valli dolomitiche aumenta l'afflusso di turisti.
Lo sci incomincia a diventare una risorsa economica preziosa.
Oggi esistono anche numerose piste da fondo, tracciati per snowboarder e piste di slittino. Lo sci alpinismo e quello alpino sono attività sportive molto diffuse e il telemark offre ai nostalgici la possibilità di sciare alla vecchia maniera.

Nel 1956 si organizzano a Cortina d'Ampezzo le prime Olimpiadi invernali in Italia, che danno il via al turismo di massa non solo a Cortina, ma anche nelle altre valli ladine. Si assiste ad un radicale cambiamento socio-economico con un progressivo affrancamento dal lavoro contadino. Si organizzano eventi sportivi di portata internazionale: i Campionati Mondiali di sci del 1970 in Val Gardena, le gare di Coppa del mondo di discesa libera lungo la pista Saslonch in Val Gardena e di slalom gigante lungo la Gran Risa in Val Badia.
La Marcialonga in Val di Fassa è un appuntamento tradizionale fin dal 1971 per migliaia di amanti del fondo.

Estate

Nel 1904 si inaugura la Grande Strada delle Dolomiti. In alcune valli ladine si registra un crescente afflusso di alpinisti, soprattutto tedeschi e inglesi. È l'inizio del turismo moderno: vengono costruiti i primi rifugi e costituite le prime associazioni di guide alpine, che fanno capo al "Deutscher und Österreichischer Alpenverein" (il Club Alpino Tedesco e Austriaco), seguite dal CAI (Club Alpino Italiano).
Al crescente turismo di montagna si accompagna anche la necessità di costituire un gruppo di alpinisti esperti per soccorrere eventuali scalatori in difficoltà. Nel 1954 in Val Gardena si costituisce l'associazione di soccorso alpino Catores.
Il crescente bisogno di soccorritori professionisti sfocia nel 1990 nella costituzione dell'associazione Aiut Alpin Dolomites, che raggruppa 16 associazioni di soccorso in montagna.

 

FaLang translation system by Faboba